Passione Shabby Chic

Passione Shabby Chic

Il ciclone Shabby Chic credo che abbia investito un po’ tutte!
Se avete la passione per il recupero, la cura dei dettagli, allora amate come me lo stile Shabby Chic.
Io l’ho capito tardi ed ho iniziato qualche annetto fa con il recupero di alcuni mobili, poi il vero amore per questo stile è scoppiato andando a casa di una mia amica, praticamente sono rimasta fulminata.
Da lì a poco ho iniziato a trasformare tutta la mia casa che era rigorosamente moderna, essenziale. Non avevo oggetti per casa; giusto l’indispensabile come cucina, tavolo, sedie, divano ecc..

Ho iniziato dalla zona soggiorno/cucina cambiando alcuni arredi, come il divano, passando da uno in pelle scura a uno in cotone bianco molto romantico; la cucina ho recuperato quella che avevo facendo un processo di invecchiamento alle ante, poi via il tavolo in acciaio e vetro per far spazio ad un grande tavolo in legno con sedie rigorosamente diverse tra di loro e così via.
Ho recuperato arredi vecchi comprati ai mercatini dell’usato che hanno sostituito i miei arredi moderni.
Vecchie porte in legno, oggetti e biancheria sbiadita, colori tassativamente pastello, specchi e cornici vintage, questi sono solo alcuni degli oggetti che non devono mai mancare nello stile Shabby Chic (che letteralmente significa Trasandato/Logoro/Chic ).

La mia cucina

Questo stile nasce nei primi anni ottanta negli Stati Uniti, rimanendo ancora oggi uno dei più diffusi ed amati, con le sue atmosfere rilassanti, piacevoli e romantiche

Recenti sondaggi di attualità mostrano che lo Shabby Chic è sicuramente uno degli stili più apprezzati del momento, dimostrandone la veridicità le pubblicazioni sulle riviste più famose del settore.
Questo stile nasce nei primi anni ottanta negli Stati Uniti, rimanendo ancora oggi uno dei più diffusi ed amati, con le sue atmosfere rilassanti, piacevoli e romantiche, un perfetto connubio tra il vecchio ed il nuovo ed io personalmente amo il fascino delle imperfezioni degli oggetti consumati dal tempo.


Una delle regole fondamentali di questo stile è il riciclo! Non si butta via niente!


Oggetti, mobili, porte, vasi, specchi, finestre, tutto va salvato, recuperato e poi posizionato diventando addirittura protagonista della vostra dimora in perfetto stile Shabby Chic.
Sapete quante volte ho caricato oggetti e mobili vecchi abbandonati in strada? Tantissime!
Mi sentivo come un’eroina, “salvavo” dalla discarica quei poveri mobili buttati, quindi iniziavo il recupero. Decapare, invecchiare per dare un effetto usurato ma allo stesso tempo antico (ci sono tantissime tecniche da sperimentare).

Esempio di recupero di una vecchia finestra

Un altro aspetto che adoro di questo stile è la versatilità. E’ tutto un recupero che abbinato ad un po’ di fantasia dà dei risultati spettacolari.
Una bobina per cavi elettrici può diventare un comodo tavolino oppure un porta vasi, una vecchia finestra con un po’ di spago e due lucine un meraviglioso porta foto.
I materiali che dominano questo stile sono tutti quelli del passato, legno massello, ferro battuto, lana, cotone, mentre i colori sono panna, sabbia e avorio in tutte le loro tonalità.
Altri protagonisti di questo stile sono i fiori secchi o freschi non ha importanza basta che sono presenti in tutte le camere!

Bobina per cavi elettrici

Lo sapete che lo Shabby chic si presta molto bene ad altri stili come il Provenzale dove predilige di più il colore bianco in tutte le sue sfumature, ed è quello che ho preferito a casa mia un mix tra Shabby e Provenzale, grandi credenze con piattaie, poltrone e divani in cotone, tappeti sbiaditi, cuscini, ceramiche in tutte le tonalità pastello, e poi le mie adorate sedie a dondolo, che sono delle chicche in questo stile. Questa è oggi un po’ casa mia.
Amo il senso di tranquillità di questo stile, l’atmosfera romantica ed il calore che riesce a trasmettere. Una sorta di mondo fatato.
L’unica cosa che vi consiglio è di essere sicure al 100% prima di iniziare a trasformare le vostre case perché, per quanto questo stile possa essere affascinante, è difficile tornare indietro.
Da parte mia posso dirvi che più passano gli anni e più amo e apprezzo questo stile e resto dell’idea di aver fatto la scelta giusta!

Lascia un commento

Your email address will not be published.